Claudio Lo Riso | ArchiChef - Claudio Lo Riso

ArchiChef

ArchichefNight ha raggiunto la Svizzera, e precisamente Lugano, per un’altra serata di architettura e cucina che ha coinvolto cinque studi locali di architettura. Una location speciale- il ristorante Il Salumaio di Montenapoleone -ha accolto i provetti cuochi, che si sono cimentati in un menu studiato ad hoc per l’occasione.

Sono le star del momento, architetti e chef. E quando le due figure convivono nella stessa persona, ecco che nasce l’iniziativa ArchichefNight. Per la tappa luganese gli archi-chef ai fornelli erano Amprogetti, Bruno Huber Architetti, Claudio Lo Riso Architetto, Davide Macullo Architects, JPA Antonini Architetti Sagl. Ogni studio è stato chiamato a decidere una portata e a cucinare una ricetta, curandone anche la presentazione. E non è mancato un momento più conviviale in cui i neo cuochi hanno raccontato le proprie creazioni. Le aziende di design partner dell’iniziativa sono state Carron Costruzioni Generali, Ceramica Sant’Agostino, Essequattro-Nero3, Kaldewei, Life Parkett, Pro 2 Promozione Finiture per l’interno, Rubelli, Stone Italiana. L’incontro si svolto presso Il Salumaio di Montenapoleone in Viale Stefano Franscini 8. Gli architetti invitati hanno ideato piatti che fossero anche espressione del loro modo di concepire e fare architettura, richiamandone forme e colori. Così, per esempio, l’architetto Claudio Lo Riso, pugliese di nascita e ticinese di adozione, ha voluto con il suo branzino in crosta di sale richiamare le sue origine mediterranee, miscelando però il pesce con un carpione che è tradizione delle acque dolci dei laghi prealpini.