Claudio Lo Riso | LUCE E ARCHITETTURA - Claudio Lo Riso

LUCE E ARCHITETTURA

Luce e architettura

Come la musica, l'architettura trasmette emozioni che possono essere percepite in modo intenso. E come la musica, che ha bisogno del suono per potersi esprimere, anche l'architettura ha un suo veicolo con cui manifestarsi: la luce.

Nel corso dei secoli, gli architetti hanno espresso il carattere della loro epoca utilizzando la luce, creando forme e spazi che solo la luce riempiva di significati.

Di recente, le innovazioni tecnologiche hanno permesso di immaginare e realizzare ampie superfici vetrate di qualità purissima. Ciò consente di inondare gli ambienti di una luce - quella naturale - che muta con il trascorrere del giorno e delle stagioni. Una luce moderna, fonte di sperimentazione e di ricerca continua, fondamento di ogni architettura che si vuole veramente contemporanea.

In tutti i miei progetti ho sempre cercato una luce forte, del ventesimo secolo, come quella fresca di un mattino di primavera o quella dorata di un tramonto, oppure quella stellata di una notte d'agosto: una luce capace, comunque, di trasmettere emozioni di vivere il proprio tempo.

Luce e architettura

Come la musica, l'architettura trasmette emozioni che possono essere percepite in modo intenso. E come la musica, che ha bisogno del suono per potersi esprimere, anche l'architettura ha un suo veicolo con cui manifestarsi: la luce.

Nel corso dei secoli, gli architetti hanno espresso il carattere della loro epoca utilizzando la luce, creando forme e spazi che solo la luce riempiva di significati.

Di recente, le innovazioni tecnologiche hanno permesso di immaginare e realizzare ampie superfici vetrate di qualità purissima. Ciò consente di inondare gli ambienti di una luce - quella naturale - che muta con il trascorrere del giorno e delle stagioni. Una luce moderna, fonte di sperimentazione e di ricerca continua, fondamento di ogni architettura che si vuole veramente contemporanea.

In tutti i miei progetti ho sempre cercato una luce forte, del ventesimo secolo, come quella fresca di un mattino di primavera o quella dorata di un tramonto, oppure quella stellata di una notte d'agosto: una luce capace, comunque, di trasmettere emozioni di vivere il proprio tempo.